Parole,suoni e immagini nell’incanto della fortezza

Dalle ore 9,30 alle 19 nella piazza D’Armi del Forte di Fenestrelle

SAMARCANDA 2*Edizione

Il Forte di Fenestrelle come la mitica città d’Oriente, crocevia di diverse culture posta nel mezzo della via della seta nel percorso tra la Cina e l’Europa. Vivi l’atmosfera magica dei grandi mercati dell’ottocento, troverai tantissime realtà, dalla musica all’artigianato, dalle prelibatezze per il palato alle danze orientali. Una giornata unica e indimenticabile nella più grande fortificazione alpina d’Europa.


Ore 15

INAUGURAZIONE 21° EDIZIONE FIERA DEL LIBRO

 

salone-libro

 

Il Salone del Libro sarà aperto nelle sale del Palazzo del Governatore
Dal 26 Luglio al 30 Agosto 2015.
Ingresso libero


Ore 15.30

L’Associazione ARTEMIDE presenta

PASSAGGI D’ORIENTE

 

danza

 

Lo spettacolo presenta un ricco repertorio di danze mediorientali nelle sue differenti forme – dalla danza orientale, a quelle tradizionali, allo stile arabo andaluso – ed attinge elementi dai vicini Paesi del Mediterraneo. La danza orientale è il filo conduttore di questo viaggio immaginario nelle antiche tradizioni dei popoli, per evidenziare gli elementi comuni e le reciproche influenze presenti nelle differenti culture.


Ore 16.30

SI BALLA IN PIAZZA D’ARMI
con i QuBa Libre Duo

 

simo-e-giuse

 

Propone musica tradizionale occitana da ballo e da ascolto con arrangiamenti nuovi ed antichi allo stesso tempo che creano un’atmosfera vivace e coinvolgente.

Simonetta Baudino:
maestra di ghironda e organetto diatonico, collabora con Sergio Berardo alla diffusione della musica e della cultura occitana, da vent’ anni calca le scene della musica tradizionale facendo ballare migliaia di appassionati e incantando tutti col suono misterioso e antico della sua ghironda.

Giuseppe Quattromini:
musicista popolare, suona la fisarmonica, la chitarra acustica, l’armonica a bocca.
La sua chitarra ha il sapore delle pizziche salentine.


Ore 13.00

3° Edizione della SAGRA della CALHIETTA

Tradizionale distribuzione del piatto tipico della valle. Questa ricetta ci è stata tramandata dalla “nonna Carolina” cittadina dei Champs, antica borgata di Fenestrelle.